Blog

Vedi tutti gli articoli

Ristrutturazioni dei debiti facilitate dal 15 novembre

Con la nuova norma operativa dal 15 novembre, l’imprenditore in difficoltà può intraprendere la negoziazione – che è, e resta, per tutta la durata una sua prerogativa – chiedendo la nomina di un esperto che valuti lo stato dell’impresa e che lo assista nelle trattative coi creditori. E le agevolazioni non mancano. Ad esempio, gli accordi di ristrutturazione ad efficacia estesa potranno essere applicati non solo agli intermediari finanziari, ma a tutte le categorie di creditori omogenee per posizione giuridica e interessi economici: si crea così uno strumento realmente competitivo rispetto al concordato preventivo. Con l’ulteriore vantaggio che anche i soci illimitatamente responsabili, in caso di accordo per la società, potranno godere della sua efficacia. Analogamente, è anticipata anche l’introduzione degli accordi di ristrutturazione agevolati, che consente di ridurre la percentuale di creditori necessaria per approvare l’accordo proposto dal debitore in presenza di condizioni negoziali meno impattanti sui terzi. Inoltre è prevista una moratoria fino a 2 anni per il pagamento dei creditori privilegiati.

Fonte: sole24ore 25 Agosto 2021

Segui Studio Passantino su Facebook e Linkedin per essere sempre aggiornato!