Blog

Vedi tutti gli articoli

La transazione fiscale forzata non elimina il rischio penale

Imporre accordi al Fisco avendo scheletri nell’armadio non è una buona idea. Infatti, il recente decreto legge 118 sulla crisi d’impresa ha fatto sì che, nella disciplina della transazione fiscale, e in presenza di omologazione forzosa, si applichino le sanzioni previste per i reati fallimentari.  E lo ha fatto tramite un’integrazione della norma penale prevista dal comma 3 dell’articolo 236 della legge fallimentare assai rilevante. Pertanto, in presenza di condotte censurabili, anche pregresse, è meglio evitare di richiedere l’omologazione forzosa della transazione.

Fonte: sole24ore 20 Settembre 2021

 

Segui Studio Passantino su Facebook e Linkedin per essere sempre aggiornato!