Blog

Vedi tutti gli articoli

In campo i professionisti anti-crisi : ecco le regole

Nella nuova procedura di composizione negoziata (accessibile su base volontaria da tutte le imprese), è centrale la figura e il ruolo dei professionisti. Sono loro a essere chiamati all’incarico di esperto, con il compito di agevolare le trattative necessarie per il risanamento dell’impresa. A domanda, nell’elenco degli esperti, tenuto su base regionale, possono essere inseriti:

        o gli iscritti da almeno cinque anni all’Albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili e all’Albo degli avvocati che documentano di aver maturato precedenti esperienze nel campo della ristrutturazione aziendale e della crisi d’impresa;

        o gli iscritti da almeno cinque anni all’Albo dei consulenti del lavoro che documentano di avere concorso, almeno in tre casi, alla conclusione di accordi di ristrutturazione dei debiti omologati o di accordi sottostanti a piani attestati o di avere concorso alla presentazione di concordati con continuità aziendale omologati.

Possono essere inoltre inseriti nell’elenco coloro che, pur non iscritti in albi professionali, documentano di avere svolto funzioni di amministrazione, direzione e controllo in imprese interessate da operazioni di ristrutturazione concluse con piani di risanamento attestati, accordi di ristrutturazione dei debiti e concordati preventivi con continuità aziendale omologati, nei confronti delle quali non sia stata successivamente pronunciata sentenza dichiarativa di fallimento o sentenza di accertamento dello stato di insolvenza.

Fonte: sole24ore 13 Ottobre 2021

Segui Studio Passantino su Facebook e Linkedin per essere sempre aggiornato!